September 20, 2017

May 10, 2017

Please reload

Post recenti

Pelle sensibile:cos’e’? Quali rimedi?

October 27, 2016

1/4
Please reload

Post in evidenza

Dermatite seborroica: a Ferrara sempre piu' casi

September 2, 2016

 L'autunno a Ferrara  e' la stagione piu' critica per chi soffre di patologie e irritazioni cutanee a causa dell'elevata umidita' abbinata all'intenso smog che affligge la nostra citta'.

Che cos'è la dermatite seborroica?

La dermatite seborroica rappresenta una condizione abbastanza comune, che colpisce principalmente (ma non solo) il cuoio capelluto; come tutte le dermatiti, anche quella seborroica è caratterizzata da infiammazione della zona interessata ed arrossamento, associati ad una fastidiosa sensazione di prurito. 
A volte, la dermatite seborroica si presenta come la rosacea; per questo motivo, spesso, le due condizioni sono confuse o possono manifestarsi contemporaneamente.

Cause e sintomi

La dermatite seborroica consiste nella perdita di squame untuose, causata principalmente da un fungo, noto come Malassezia furfur (Pityrosporum ovale), che provoca irritazione della pelle: le cellule, in seguito allo sfaldamento accelerato a cui sono sottoposte, producono squame, che si manifestano sottoforma di crosticine. Inoltre, spesse volte, le squame untuose e gialle sono associate ad altre manifestazioni cutanee come follicolite ed eritema.
La dermatite seborroica è una malattia cronico - recidivante: oltre che nel cuoio capelluto, si rileva nelle sopracciglia, negli orecchi, a livello inguinale e ascellare, zone ricche di ghiandole sebacee.
Il cuoio capelluto è il terreno preferito dal fungo, perché il sebo alterato risulta adatto per la sue proliferazione: le ghiandole sebacee presenti sono iperattive, di conseguenza la composizione del loro secreto è alterata (da cui l'aggettivo seborroico).
Malassezia furfur irrita anche la cute dei neonati; in questi casi si parla di crosta lattea, la cui causa scatenante è dubbia.


Fattori di rischio

Come per la maggior parte delle dermatiti, anche per quella seborroica la ricerca delle cause d'origine è spesso messa in discussione, perché incerta: molti sono gli elementi possibili o i fattori ritenuti “sospetti” che concorrono alla comparsa della dermatite seborroica. Tra le possibili cause si ricorda:

  • Prima fra tutte, la predisposizione genetica

  • Stress, vita frenetica, variazioni dell'umore

  • Variazioni ormonali

  • Utilizzo di corticosteroidi

  • Patologie a carico del sistema immunitario

  • Fattori climatici predisponenti (caldo eccessivo, umidità)

  • Scarsa igiene

  • Detersione con agenti irritanti

  • Anche la tricotillomania (mania di toccare in continuazione i capelli) e l'utilizzo smodato di piastre potrebbero concorrere alla formazione della dermatite seborroica, così come la tendenza a spazzolarsi molte volte i capelli.

È bene puntualizzare che in caso di dermatite seborroica le ghiandole sebacee non aumentano di numero, ma subiscono "semplicemente" un'alterazione nella produzione sebacea, che diviene eccessiva, e della composizione del sebo, che irrita il cuoio capelluto o la zona colpita.
I capelli perdono la loro naturale bellezza, la lucentezza diminuisce, diventano crespi e assai oleosi.

Incidenza

La dermatite seborroica risulta abbastanza diffusa tra gli adolescenti (incidenza del 3-5%): se questo disturbo compare negli infanti e negli adolescenti, probabilmente, la dermatite seborroica persisterà anche in età adulta.

Rimedi e cure

Per contrastare la dermatite seborroica si consiglia l'utilizzo di prodotti specifici per capelli, che esercitano la propria azione inibendo la proliferazione e la crescita del fungo; gli shampoo dovrebbero contenere anche principi attivi volti a sfiammare la zona interessata. Talvolta, anche i farmaci possono essere utilizzati (in genere, idrocortisonici).
Considerando, poi, che la dermatite seborroica è spesso accompagnata dalla caduta del capello, sarebbe opportuno applicare delle lozioni studiate appositamente per contrastare la miniaturizzazione dei follicoli: infatti, l'eccesso di produzione tende a “schiacciare” il bulbo pilifero, di conseguenza il capello cade.

Alopecia o dermatite seborroica?

La caduta del capello correlata alla dermatite seborroica non dev'essere confusa con l'alopecia androgenetica, poiché la caduta del capello - indipendente dall'attività del diidrotestosterone - è determinata dallo stress ossidativo a cui il bulbo pilifero è sottoposto.
Anche in questo disturbo, l'alimentazione gioca un ruolo importante, riuscendo a correggere, benché in minima parte, la condizione pre-esistente: il pesce è fonte di acidi grassi polinsaturi (omega3, EPA, DHA), utili per le forme resistenti di dermatite seborroica grazie alla loro azione antinfiammatoria.

Rimedi erboristici

Anche l'erboristeria offre una varietà di rimedi naturali che agiscono principalmente come eudermici, antinfiammatori e seboregolatori. 
Analizzeremo ora due modelli di prodotto erboristico: il primo rimedio è una pomata oleaginosa con proprietà sfiammanti, emollienti e riepitelizzanti; la seconda terapia naturale, somministrata sottoforma di opercoli, esplica invece la propria azione a livello sistemico.

Pomata naturale

  • Olio di borragine (Borago officinalis): applicato localmente, l'olio di borragine "ravviva" la cute danneggiata, grazie alla presenza dell'acido linoleico e gamma linolenico. Il fitocomplesso si rende utile nelle affezioni cutanee in genere, soprattutto nelle manifestazioni allergiche; è adatto anche per formulazioni atte a placare il prurito derivato da dermatite seborroica. Per lo stesso motivo, l'olio di borragine potrebbe essere sostituito con olio di mandorle dolci (Prunus dulcis), con proprietà antinfiammatorie ed emollienti, oppurecon olio essenziale di Melaleuca (Melaleuca leucodendor, da cui si ottiene il più noto tea tree oil, o olio di Cajeput), con attività antisettiche e rinvigorenti. L'olio essenziale contiene pinene, cineolo e terpineolo, ed olio di niaouli.

  • Echinacea (Echinacea pallida): è  la droga immunostimolante per eccellenza,  grazie all'abbondante quantità di echinacoside e composti di derivazione fenil-propanoidica (acido caffeico, chinico, cinnamico). L'echinacea è nota anche per le sue capacità antibatteriche ed antimicrobiche rese dai terpeni, molecole a basso peso molecolare. È utilizzata in creme e pomate per i disturbi della pelle, tra cui rientrano psoriasi e dermatite seborroica.

  • Incenso: deriva da piante appartenenti al genere Boswellia. Nonostante l'utilizzo dell'incenso sia ricercato soprattutto per culti religiosi, la droga esplica anche proprietà antimicrobiche, stimolanti e rivitalizzanti. Inoltre, è utilizzata come cicatrizzante ed immunostimolante, potenziando le attività espresse dall'echinacea: a tal proposito, si configura un ottimo rimedio naturale contro la dermatite seborroica.

  • Iperico (Hypericum perforatum) se l'echinacea  rappresenta l'emblema delle droghe immunostimolanti, l'iperico è il simbolo delle droghe ad attività cicatrizzante-vulneraria. In particolare, gli antrachinoni presenti (che non hanno attività lassativa, a differenza di tutte le piante antrachinoniche) stimolano l'attività cicatrizzante (ipericina), mentre i flavonoidi riparano il danno a livello cutaneo, ed i tannini esprimono attività antisettica in sinergia con gli antrachinoni.

Opercoli naturali

Un prodotto naturale formulato sottoforma di opercoli serve a sconfiggere il disturbo creato dalla dermatite seborroica dall'interno, non solo a livello cutaneo: infatti, l'organismo sente la necessità di essere depurato dalle scorie e dalle tossine, dunque un prodotto con tarassaco, fumaria e bardana è utile nel potenziare la pomata ad uso topico. A tal proposito, l'esperto erborista dovrebbe capire il disturbo del paziente e consigliarlo nella scelta delle formulazioni più consone ad alleggerire la dermatite seborroica.

  • Tarassaco (Taraxacum officinale): il fitocomplesso si caratterizza per la presenza dell'acido caffeico e delle molecole che ne derivano. Il fencone e l'anetolo attribuiscono alla droga proprietà depurative della pelle. Per questo motivo, il tarassaco si configura un buon rimedio per contrastare le impurità tipiche della dermatite seborroica.

  • Fumaria (Fumaria officinalis): è una pianta particolarmente indicata per il trattamento della dermatite seborroica. È caratterizzata da circa trenta alcaloidi, tra cui la protopina e la fumarina, che promuovono l'attività antiallergica ed antinfiammatoria (a tal proposito è utilizzata anche per trattare disturbi legati alla dermatite allergica); nel fitocomplesso sono presenti anche sali di potassio ed acido fumarico, che agiscono con proprietà toniche-depurative, adatti al trattamento delle turbe cutanee in genere. I principi attivi, inoltre, espletano la propria azione anche a livello biliare e renale, grazie all'attività coleretica e diuretica. L'utilizzo della fumaria, però, pur non presentando gravi effetti collaterali, dovrebbe essere evitato in gravidanza ed allattamento; considerando, poi, che la fumaria è utile nel trattamento dell'ipertensione, i soggetti che soffrono di pressione bassa dovrebbero evitare l'assunzione di preparati erboristici (in questo caso, opercoli) contenenti fumaria.

  • Bardana (Arctium lappa) è un altro rimedio naturale che favorisce la corretta fisiologia della pelle, grazie alle proprietà depurative e decongestionanti rese da sesquiterpeni, composti solfonati poliacetilenici, acidi caffeilchinici (acido cloregenico) ed inuline (diuretiche): per questo motivo, la droga si configura adatta a trattare turbe legate alla dermatite seborroica ed è perciò definita un “endocosmetico”. Inoltre, ad uso interno, stimola la funzionalità epatica e pancreatica, favorendo la digestione.


 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici
Please reload

Cerca per tag
Please reload

Archivio
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

© 2023 by The Health Spa.  Proudly created with Wix.com

  • Instagram Social Icon
  • Pinterest Social Icon
  • Facebook Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Google Places Social Icon
  • YouTube Social  Icon